Main Content

Potente impianto al servizio della formazione

Basta premere un pulsante e subito aule e ricezione della TEKO di Olten si trasformano in una fresca oasi che assicura condizioni ideali per l’apprendimento. Krüger + Co. SA ha dotato la scuola tecnica svizzera di due sistemi di climatizzazione VRF il cui cuore è lo schermo tattile ubicato presso la ricezione che permette di controllare comodamente l’intero impianto da un unico punto.

Se fa troppo caldo o troppo freddo in una delle aule della scuola, la temperatura può essere comodamente regolata nella zona ricezione e gli studenti della TEKO di Olten possono tornare  a concentrarsi appieno sulle lezioni. La TEKO, la scuola specializzata svizzera in tecnica, economia e commercio di Olten, lo scorso autunno aveva pubblicato un bando di concorso per l'installazione di un sistema di climatizzazione nella ricezione e nelle aule scolastiche. «Per le 14 aule distribuite sui tre piani dell'edificio sono stati impiegati due sistemi VRFcon una potenza complessiva di 80 kilowatt», spiega Pierluigi Pezzuto, consulente tecnico di vendita di Krüger + Co. SA a Rothrist. L'impianto è fra i più grandi in Svizzera. Progetti come questi offrono agli specialisti di Krüger + Co. SA l'opportunità di mettere in campo tutta la loro pluriennale esperienza.

Tutto da un'unica fonte: pianificazione, consulenza, realizzazione

Pezzuto, capo progetto Krüger, si è occupato della progettazione e del dimensionamento dell’impianto e della sua successiva fase di installazione: «I lavori comprendevano il posizionamento dei dispositivi, il calcolo delle quantità di refrigerante necessario e il tracciato delle condutture.» Nelle aule, per assicurare una distribuzione ottimale dell'aria, sono state installate unità a parete, mentre nella ricezione è stata montata, nel controsoffitto, un’unità a cassetta a quattro vie.

«Un aspetto particolare della soluzione di climatizzazione realizzata, è lo schermo tattile, che consente di controllare centralmente dalla ricezione ogni singola unità», prosegue Pezzuto. «Lo schermo tattile non solo permette di accendere o spegnere le singole unità, ma consente anche l’impostazione della temperatura ,dell’intensità della ventilazione, e persino della programmazione giornaliera e settimanale delle varie unità.»

Condotte del gas refrigerante invisibili

Uno dei requisiti posti dal cliente era limitare quanto più possibile il numero di canaline per i condotti del refrigerante, facendo in modo che fossero praticamente invisibili. «Krüger ha rispettato pienamente i requisiti del progetto», afferma Josef Räber, direttore della TEKO. I tecnici della climatizzazione della Krüger hanno montato le condotte del gas refrigerante e le lunghe condotte verticali dissimulandole, dove possibile, negli armadi a muro. «All'ultimo piano, tuttavia, abbiamo dovuto escogitare una soluzione creativa ad hoc», riferisce Pezzuto. A causa della crisi del coronavirus, agli installatori non era permesso accedere all'appartamento dell'ultimo piano. Le condutture fino all’unità esterna posta sul tetto hanno perciò dovuto essere montate sulla facciata. Il montaggio della canalina dei cavi sulla facciata in lamiera ondulata dell’edificio ha richiesto una soluzione speciale.

Attenzioni nei confronti dei residenti

Le unità esterne TOSHIBA sono tra le più silenziose sul mercato. Per arrecare il minor disturbo possibile ai confinanti, l’impianto di condizionamento dispone di una modalità notturna e per il fine settimana, che fa funzionare le unità al minimo abbattendo le emissioni sonore.

Come possiamo aiutarla?

formTitle

Richiesta scritta
Consulenza telefonica
Richiesta d’offerta
Acquistare questo dispositivo
Prestazione di servizio